MATTONI issue #8: JUSTIN BIEBER rallentato dell’800%

it's da ghetto, bitch.

 

Justin Bieber è il nuovo mocciosetto canterino salito alla ribalta mondiale grazie a youtube per la gioia dei pedofili di tutto il globo. Se in questi giorni vi capita di cercare su youtube un video rock – un qualsiasi video rock – date uno sguardo ai commenti più recenti: al 95% sono lunghissime sequenze di insulti pro o contro (molto più spesso contro) Justin Bieber e i suoi fan, roba sul genere “sentito questa merda? Loro sì che spaccano, altro che Justin Bieber!“, il tutto riferito invariabilmente agli ZZ Top quanto ai Black Sabbath o agli AC/DC o ai Led Zeppelin o ai Beatles. Questo è il modo in cui sono entrato a conoscenza di Justin Bieber: cercando video a caso su youtube. Ma c’è chi, invece di perdersi in flame interminabili in giro per la Rete, si è ‘ispirato’ a Bieber per un’idea veramente geniale: prendere un pezzo a caso dello squittente canadese – nello specifico, la caramellosa U Smile – e rallentarlo dell’ottocento per cento, così, per vedere che effetto fa. L’autore della genialata è tale Nick Pittsinger, che per portare a termine l’impresa pare si sia servito di un semplice programma freeware e nient’altro; di sicuro c’è che, una volta caricato su soundcloud, U Smile versione 2.0 (o sarebbe meglio dire 800.0) si è immediatamente diffusa a macchia d’olio fino a diventare uno dei tormentoni del momento, coinvolgendo allo stesso tempo buontemponi e gente di un certo livello (dell’esperimento si è parlato pure sulle prestigiose colonne del Newsweek) con inevitabile strascico di emulazione internettiana in cui, all’improvviso, tutti si sono messi a rallentare (o velocizzare) tutto. Ma U Smile, che nella versione extended dura trentacinque minuti, è speciale, ha un senso, uno scopo e una dignità probabilmente superiori all’originale anche a prescindere dall’originale: ascoltando la traccia senza avere la minima idea da dove provenga ci si trova comunque di fronte a un monolite di pura estasi trascendentale, qualcosa come il perfetto incrocio tra lo “stupore cosmico” di Rhys Chatham nel mastodontico A Crimson Grail e la trance music più ipnotica e minacciosamente rituale dei Dead Can Dance e dei primi In Slaughter Natives, in ogni caso qualcosa di infinitamente stratificato, spaventosamente imponente e profondamente liberatorio nel suo fluire di toni dalle variazioni impercettibili ma costanti, dove la vocina querula del pagliaccesco infante diventa un colossale rombo angelicato che susciterebbe l’invidia di Lisa Gerrard e la gioia di La Monte Young. Nessuna ironia: questa U Smile deve finire immediatamente nelle vostre playlist a fianco del Vuvuzela Drone (e relativa puntata di Radio Dio corrispondente), a Touch Strings di Phill Niblock, all’opera omnia di Yoshi Wada e a tutti gli altri pilastri comprovati della drone music più pura e incompromissoria (oltre a non poter mancare in generale nella collezione di chiunque nutra anche solo un lontano interesse per il suono). La trovate Qui, basta premere ‘play’; uscirne, in compenso, è tutto un altro paio di maniche.

14 pensieri su “MATTONI issue #8: JUSTIN BIEBER rallentato dell’800%

  1. Pingback: (tutto il resto) Lady Gaga. Te la stava per dare, poi ha vinto i VMA. « -bastonate-

  2. MAMMAMIA CHE ROBA, aspettavo troppo quest’articolo, è assurdo come davvero assomigli tantissimo ad una roba tipo A Crimson Grail. E’ da giorni che cerco di spiegarmi il motivo, magari U Smile (l’originale) è registrata così bene e compressa e tutto quanto da poter suonare benissimo su tutti i dispositivi (radio/youtube/mtv/supermercato/casse ipod) che quando la rallenti dispiega le enormi mole di dati sonori sprecati per rendere dritto e infettante un pezzo che alla sua velocità normale perde ogni ricchezza sonora (ripeto sprecata per ottenere solo potenza sonora per infettare cervelli nei supermercati). qui la potenza sonora diventa un monolitico ventaglio di suoni che ti si apre in faccia che boh…. IL TUTTO

  3. Pingback: Drink wine and worship Satan « Metal Shock

  4. Pingback: Gianni Morandi mangia i dischi degli Yob a colazione « -bastonate-

  5. justin biber fa provare emozioni alle ragazze che vedono oltre quell’aspetto da bambinetto e cercano intanto di guardare la musica e il suo carattere d’oro trovatemelo uno csì non riuscireste mai!!!! quindi smettetela di guardare l’apparenza e cercate di vedere anche dentro vi sentite tanto grandi a dire cosi ma in vece dovreste vergognarvi di giudicare

  6. Pingback: -bastonate-

  7. ma cosa avete tutti contro justin bieber?? e venuto a casa vostra e ha ucciso la vostra famiglia?? vi ha rubato dei soldi?? se fosse così avete tutto le ragioni del mondo x protestare ma se nn ha fatto niente lasciatelo stare!! ora venitemi a dire ke la musica di oggi e sempre meglio di quella di justin. i club dogo vi sembra musica strabella?? e x nn fare nomi lasciamo perdere. justin ha anche tanto talento e entrato nel mondo dello spettacolo a pieno titolo ha tanti fan e deve lasciar perdere quella tanta gente (TANTA) ke lo insulta per motivi futili.

  8. Pingback: MATTONI issue #21: EPIC SAX GUY 10 HOURS « -bastonate-

  9. Nn e’ affatto un mocciosetto io sn una beliber(x gli ignoranti k nn snn k e’ una beliber n le fan di justin)cmq qll k dicn qst su jb sn sl invidiosi…beh ognuno ha i suoi gusti e vbn xo nn si puo dire qst su jb……beliber 4 ever…..

  10. Pingback: tanti auguri a noi | BASTONATE

  11. Pingback: Ascesa e caduta di Trucebaldazzi « mestolate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...