Jesus Christ Was A Metalhead

Il giorno di Natale è favoloso perché ti arrivano un sacco di sms di auguri da persone che non sentivi da una vita (almeno da quando ti hanno mandato gli auguri l’anno scorso) e spesso quando li leggi ti rendi conto che sono messaggi standard mandati ad una intera rubrica del cellulare nella quale è presente (per caso oppure no) anche il tuo numero. A volte succede che quegli sms di auguri contengano divertenti errori ortografici ed allora ridi tantissimo perché ti rendi conto che chi ha mandato lo stesso sms a tutti i numeri in rubrica ha collezionato una serie incredibile di figure di merda, ma purtroppo ciò è raro ed allora bisogna accontentarsi di leggere gli sms, rimanere sconcertati e cancellarli per non far riempire troppo la memoria del telefono.

Continua a leggere

Promemoria.

c'è da dire che a far 'ste cose son bravi...

Stavo iniziando a disegnare una locandina finta per farci il post, ma perchè perdere l’occasione di inculare un’immagine ai ragazzi diversamente simpatici di SoloMacello? Venerdì sera al Bronson di Ravenna c’è

SHRINEBUILDER
(recupero della data rimandata lo scorso anno per l’eruzione del vulcano copia-incolla)

KARMA TO BURN
(terzo concerto dell’anno in due anni al Bronson)

e prima/durante/dopo i dischi li mettiamo noialtri di Bastonate. Davvero. Siateci. Al primo che si presenterà in consolle e mi dirà “ciao Franci, questo pezzo mi fa cagare” costringendomi a calci a metter su Lady Gaga (preferibilmente Bad Romance), offrirò uno shortino di Jagermeister di tasca mia. L’alternativa è di andarveli a vedere sabato nel milanese con -appunto- i tipi lassù a suonare, ma per prima cosa noi suoniamo dischi più belli e colti, secondo i milanesi ammazzano il sabato e terzo OPS sabato i Karma To Burn di spalla agli Shrinebuilder NON CI SUONANO. Suoneranno in culo a qualche posto a Brescia e voi dovrete rosicare e dividervi.
Lo dico con la consapevolezza di uno che indossa le magliette con sopra stampato un demonio femmina con il cazzo.

Mancaroni: TEEN CHTULHU – RIDE THE BLADE

Il prossimo mancarone ci arriva per direttissima da SoloMacello. Se avete bisogno che vi spieghi chi è SoloMacello probabilmente siete entrati qua dentro per caso mentre cercavate ficcarsi cazzi mosci di zebra su per il culo su google, e quindi saperlo non v’interesserebbe.

tc

IL DISCO
TEEN CTHULHU – Ride The Blade (Life Is Abuse/Rage Of Achilles 2003). I Teen Cthulhu, al di là dell’assonanza con la minaccia “T’inculo!”, sono belli minacciosi. Pur non sapendo che faccia abbiano la copertina col suicidio, il logo indecifrabile (cosa che un disco importante deve avere sennò è sbagliato) e il fascino lovecraftiano/metallic-ano della creatura interspaziale incazzata dura che viene a solleticarti il bocciuolo coi suoi tentacoli ancestrali un po’ la chiappe le fa strigne. Quindi prima di aprirlo e metterlo nel lettore (o sul piatto dato che noi siamo più old school di voi) il disco fa già cacare sotto. Anzi: fa già cacare sotto prima di girarlo e vedere il prezzo o la casa discografica: poi vedi un par de titoli come “The Aquaducts Will Run Red with the Blood of Ceasar” o “Hydroencephaloid” (che fa molto droga+deformita+schiavitù=vita di merda) e già stai smarmottando. Alla fine lo ascolti ‘sto cazzo di disco, no? Ed è pettinatissimo. Tipo gli Emperor suonati dai Converge. Se non siete d’accordo che Emperor+Converge sia una pettineria assoluta dovreste andarvene a leggere qualche blog per pederasti.

PERCHE’ NON STARA’ NELLE CLASSIFICHE DI FINE ANNO
Perchè i Teen Cthulhu da veri incazzosi hanno ucciso tutti quei quindici stronzi che hanno comprato il disco (tranne noi che gli abbiam fatto il cthulhu a strisce quando ci han provato) così possono rimanere un gruppo veramente underground. Quindi il fatto che noi li votiamo significa che in realtà sono dei falliti. Ma noi non votiamo falliti. Comunque va bene tanto il nostro voto non farà la differenza. Zero più uno o zero più zero cambia poco.

PERCHE’ DOVREBBE STARCI
Per il singolo “I’m Going To Fucking Kill Myself” e per il sangue in copertina. E per i blastbeat. E per l’uso virile delle tastiere che non li fa sembrare degli uominisessuali (come tutti quelli che usano tastiere, infatti volevamo dire “a parte i Faith No More” ma poi il tastierista dei Faith No More è busone, quindi).